Lifting del viso*

  1. Parte del corpo interessata Viso
  2. Chirurgia Da 2 a 4 ore
  3. Ritorno al sociale 15 giorni
  4. Medicazioni dopo 2-7-14 giorni
  5. Ricovero 1-2 giorni
  6. Esposizione al sole dopo l'intervento 1 mese

Il lifting facciale mira a correggere ed eliminare il rilassamento cutaneo e a ringiovanire il viso e collo ripristinando la fisionomia che il paziente aveva quando era più giovane. La cute e le fasce profonde vengono riposizionate in modo naturale. Il risultato auspicato è il ringiovanimento dell’espressione. L’anestesia è locale con sedazione o generale.

Con il trascorrere degli anni, l'esposizione al sole, lo stress quotidiano e gli effetti della gravità, i segni dell' invecchiamento cutaneo si evidenziano anche sul volto. Solchi profondi si formano tra il naso e la bocca, la linea della mandibola appare appesantita e non più ben definita, pieghe e depositi di grasso sono visibili sul collo. Durante il primo incontro il chirurgo valuterà il viso, il tono della pelle e dei tessuti sottostanti e discuterà degli obiettivi dell' intervento. Si accerterà dello stato di salute generale e di alcune condizioni mediche in particolare, come ipertensione arteriosa, alterazioni della coagulazione. Va riferito al sanitario se si fuma, se si assumono dei farmaci (in particolar modo aspirina ed altri farmaci che interferiscono con la coagulazione).

Il lifting classico è quello temporo-cervico-facciale, quello che permette di riposizionare verso l'alto la cute del viso, del collo e l' angolo dell'occhio. La cute del viso viene tesa, il grasso che per effetto della gravità è caduto viene rimesso al suo posto, le fascie muscolari vengono tese e la cute del collo prima cascante ritorna tonica e tesa. La palpebra e il soppracciglio vengono alzati per ripristinare la loro posizione. L'occhio acquista luminosità e vigore. Le cicatrici vengono poste davanti all'orecchio (nelle pieghe) sotto la basetta e dietro l'orecchio. Spesso durante il lifting è necessario eseguire la blefaroplastica per togliere le borse palpebrali inferiori e la cute in eccesso della palpebra superiore che appesantisce l'occhio e lo rende stanco. Le pieghe delle guance che cadono attorno alla bocca vengono spianate e le rughe distese. Spesso per migliorare il risultato è necessario riempire le labbra per togliere le "rughette" verticali attorno alla bocca. Si può riempire anche il solco naso-genieno per migliorare ulteriormente il risultato.

Dopo l'intervento viene posta una fasciatura leggera da tenere per 2 giorni. Dopo 2 giorni viene fatta la prima medicazione, la fasciatura sarà ancora più leggera o verrà tolta. Dopo 8 giorni vengono rimossi i punti davanti l'orecchio e le cicatrici saranno già invisibili. Dopo 12 giorni vengono rimossi tutti i punti e il risultato è già evidente.

Minilifting

È un lifting che permette un ringiovanimento del viso senza rischi per il paziente. È un lifting limitato dove lo scollamento è minimo ma sufficiente per dare un buon risultato stabile. Si può eseguire anche in ambulatorio chirurgico in anestesia locale con assistenza anestesiologica. Le cicatrici sono minime (poco più del lifting endoscopico) e invisibili. I rischi sono trascurabili. Il metodo impiegato è quello del famoso chirurgo plastico Clause Lassus. Questo lifting è indicato in persone dai 40 ai 55 anni.

* La chirurgia non è una scienza esatta non si può prevedere precisamente la percentuale del miglioramento del difetto da correggere e l’entità e la durata del risultato. Quest'ultimo dipende non solo dalle tecniche chirurgiche impiegate, ma ancor di più dalle risposte dell’organismo.

Richiedi info per
Lifting del viso

Top